Cerca nel blog

martedì 14 marzo 2017

Il Numero Uno (parte 2) ©Max Bunker/1000VolteMeglio

Io vado avanti eh... e di nuovo con il capo supremo dell'ex Gruppo TNT: Il Numero Uno.


©Max Bunker/1000VolteMeglio

©Max Bunker/1000VolteMeglio

©Max Bunker/1000VolteMeglio

domenica 5 marzo 2017

Il Numero Uno ©Max Bunker/1000VolteMeglio

Prosegue l'omaggio verso i componenti dell'ex Gruppo TNT: oggi tocca al capo supremo Il Numero Uno.

©Max Bunker/1000VolteMeglio


©Max Bunker/1000VolteMeglio
 

domenica 26 febbraio 2017

Geremia Lettiga ©Max Bunker/1000VolteMeglio

Piccolo omaggio per un altro personaggio dell'ex gruppo TNT: il perenne malato Geremia Lettiga (cognome garanzia).

©Max Bunker/1000VolteMeglio

©Max Bunker/1000VolteMeglio


©Max Bunker/1000VolteMeglio

lunedì 30 gennaio 2017

Alan Ford ©Max Bunker/1000VolteMeglio

Piccola pausa dedicata ad uno dei personaggi preferiti della mia infanzia e non solo: Alan Ford di Max Bunker. Mi è sempre piaciuto disegnare questo ragazzo "alto, giovane e bello" riprendendo lo stile iniziale di Magnus. Ovviamente, il confronto con il maestro non può reggere ma mi sono molto divertito :)

©Max Bunker/1000VolteMeglio


©Max Bunker/1000VolteMeglio
©Max Bunker/1000VolteMeglio



martedì 27 dicembre 2016

Cena indigesta.

Ministoria di qualche mese fa. 
Testi di Francesco Polizzo.

© Boscho/Paul Izzo.


domenica 9 ottobre 2016

Colorazioni :)

Prove di colorazione eseguite per la casa editrice americana Crazy Monkey Ink. Disegni di Gaspare Orrico.

© Crazy Monkey Ink

© Crazy Monkey Ink

© Crazy Monkey Ink

© Crazy Monkey Ink

mercoledì 7 settembre 2016

Jaws!

Squalo (Jaws) era il cattivo con i denti d'acciaio in un paio di film di James Bond. Ho sempre amato questo personaggio (interpretato dallo scomparso Richard Kiel) perché nonostante l'aspetto era simpatico ma, giocoforza del ruolo interpretato, anche sfortunato... come Wile E. Coyote. Bella la scena dove, su un motoscafo e in prossimità di una cascata, fa per sterzare per evitare il tuffo nel vuoto ma gli rimane in mano il volante. E lui che quasi guarda in camera con lo sguardo avvilito e sorpreso allo stesso modo. Per "colpa" di Bond, gliene capitavano di tutti i colori. Poteva schiantarsi contro un muro, cadere da altezze incredibili, carambolare giù da un treno in corsa, ma lui niente. Lo rivedevi sano e salvo nella scena successiva! Un mito! Lo voglio ricordare in azione con una posa classica e la sua temibile mascella ferrata.
Alla prossima, ciao!

© Boscho