Cerca nel blog

martedì 7 febbraio 2012

Composizioni

Al timone di questa lezione c'è la grande Patrizia Mandanici disegnatrice per la scuderia Bonelli. Si tratta di ricomporre la vignetta con riordino degli oggetti e arredamenti preventivamente tolti e, sopratutto, trasformati (ridimensionati, distorti, ritagliati, modificati) dall'originale. Per rimettere tutto al loro (presunto) posto, c'è bisogno dell'utilizzo di un programma di disegno digitale. Io ho utilizzato Manga Studio e Photoshop.

Questa l'immagine di partenza
©SBE


























 Questa i particolari da rimontare nella vignetta.
©SBE
Questa l'immagine ricomposta, con forte dubbio sul tavolo dannazione...
©SBEQuesta l'immagine ricompos
©SBE

17 commenti:

  1. Ah, e pensare che devo ancora "correggerti" il compito! Non sono sicura siano arrivati tutti, forse sì, per cui tra pochi giorni metterò online l'ultima tranche di correzioni (siete solo tu e un'altra persona).
    Non avrei mai pensato a questi colori ma devo dire che non sono affatto male, complimenti.
    Non ti dico subito l'unica cosa che secondo me non funziona, te la dirò sul blog del corso!
    No, non è il tavolo che va praticamente bene, il dannato tavolo l'hanno azzeccato in pochi - tra cui tu :)

    RispondiElimina
  2. Ciao Patrizia e grazie, come al solito sempre gentile e disponibile. Azz...davvero? E mò mi incuriosisci adesso. Rimane UNA sedia... forse :)Beh, a questo punto aspetto sul blog ufficiale. A presto!

    RispondiElimina
  3. I colori mi piacciono molto, bravo! Non è facile scegliere le tinte giuste, poi ho visto che hai usato le sfumature in maniera adeguata, ma secondo me per i fumetti ci vogliono colori piatti, la sfumatura tende a dare l'effetto della busta di plastica.
    Un piccolo appunto le ombre nero sotto le sedie non mi convincono troppo e il tipo è grande come quello di tutti ;)

    RispondiElimina
  4. Ciao Finello, per le ombre sotto non hai tutti i torti. Non sapevo come risolvere la questione, dato che esiste l'ombra anche sotto il divano, nel disegno originale. All'inizio, avevo pensato di togliere pure quella... Per i colori, grazie. Beh, avendo sottomano Photoshop ne ho approfittato eheheheh...

    RispondiElimina
  5. Eh eh, è vero, Branko è un po' grosso; sui colori è vero che nei fumetti è meglio la tinta piatta, ma qui Boscho ha usato la sfumatura con molta parsimonia - è una sfumatura poi dal raggio breve, non è fastidiosa.

    RispondiElimina
  6. ^_^ Eh sì, quei maledetti pennelli di Photoshop! Non facili, ma ci ho provato.

    RispondiElimina
  7. Buono. Non mi piace la sedia messa più avanti, sembra che Branko sia appoggiato sopra: e forse l'avrei ingrandita un pochino di più.
    I colori niente male.

    RispondiElimina
  8. Boscho, non pensi che queste cose ti mancheranno, che lasciare il corso significherà scavare un profondo buco nel tuo cuore che non colmerai mai più?

    RispondiElimina
  9. mi devi ancora rendere 20 euro.

    RispondiElimina
  10. non puoi lasciarmi solo Finello a cui rompere le palle

    RispondiElimina
  11. Va bene, va bene, terrò ancora botta per un po' :D Ma non ti garantisco che potrà durare... veramente. Consegnerò in ultraritardo, che devo dire? Se sta bene a Laura.... Bologna non ce la faccio, ma ci beccheremo in altre occasioni. E che cavolo, mica vi abbandono chiudendovi la porta in faccia. Orsù, mica sono così bastardo :) A presto.

    RispondiElimina
  12. sono contento. credo che farò una tavola "di nicchia" per l'occasione, in ricordo dei vecchi tempi, mi beccherò pertanto i rimproveri di laura;)

    RispondiElimina