Cerca nel blog

giovedì 31 marzo 2011

A scuola di fumetto-Lezione 20

Odierna lezione tenuta da Franco Saudelli e basata sulla linea chiara. Perché linea chiara? Che vorrà dire? Tutto parte dai paesi francofoni europei. In Francia e in Belgio un fumetto in bianco e nero è quasi inconcepibile tanto che dagli anni ’50 fino ad oggi il 99% dei fumetti sono pubblicati a colori. E proprio per questo motivo, i disegnatori hanno cominciato a realizzare disegni più... chiari, eliminando ombre e mezzitoni in funzione del colore. L'intento di questo esercizio sarebbe quello di ricalcare un po' lo stile dei mitici Hergé e Jacobs. In questo post, davanti ad un Moulin Rouge che m'ha fatto dannare l'anima, c'ho piazzato un Ten Ten in compagnia di Philip Mortimer. E quel disperato piazzato a sinistra? Boh.
Ah, l'esercizio è passato al vaglio del prof, e non m'è sembrato proprio entusiasta.... alla prossima!

Qui sotto, l'esercizio completo che comprende l'intero Moulin Rouge...


...e qua sotto, la stessa vignetta con taglio... fumettistico.

© Edgar P. Jacobs/Hergé

12 commenti:

  1. La linea chiara non è per niente facile, specialmente se si deve armonizzare sfondo e personaggio (i). Il disegno in sè è abbastanza buono, forse il segno dello sfondo lega poco con quello dei personaggi, appunto, ma hai fatto comunque un gran lavoro.

    RispondiElimina
  2. Ciao Patrizia e grazie per i tuoi consigli! E'come dici tu, il fatto di dover bilanciare lo stile "povero" dei personaggi con lo sfondo è molto difficile e io, al solito, tendo a riempire di dettagli il disegno. Dann... :))

    RispondiElimina
  3. Forse è vero che lavori su un formato troppo grande.
    Comunque hai fatto un gran bel lavoro, mi piace molto la posizione di Tin Tin e quella del signore con il giuffo.
    Secondo me come stile ti si addice.
    Continua così.

    RispondiElimina
  4. Ciao Finello, grazie!
    Con lo stile ancora non so bene, ma qua è giunto il momento di decidere. Devo prendere una direzione... uhmmmm...

    RispondiElimina
  5. Ciao Rosario! Grazie mille. Non è stata una passeggiata, in effetti :DD

    RispondiElimina
  6. I tuoi disegni sono molto belli.
    Quanto hai impiegato a diventare così bravo?

    RispondiElimina
  7. @Dominic
    Thanks ^_^

    @Anonimo
    Grazie, le tue parole mi fanno molto piacere, ma di strada ne ho parecchia da fare. Io ce la metto tutta cercando di disegnare, disegnare e ancora disegnare...

    @Finello
    Ciao finè, ci sono ci sono, non sono scappato. Sono incappato in contrattempi tali che non ho avuto più tempo di passare sui blog. Fai conto che ho spedito ORA la lezione a Baldazzini e puoi farti una idea di quanto sono rimasto indietro. Ma recupererò! A presto e mò devo scappare di nuovo, uff!

    RispondiElimina
  8. Ciao Boscho, Buona Pasqua, fatti sentire quando puoi..

    RispondiElimina
  9. @il.giack
    Grazie giack, Buona Pasqua a te e famiglia, scusa ma è un periodo dove mi trovo in perenne ritardo con tutto, ma ci sono!

    RispondiElimina